GBMarzuttini.org   -  Il primo sito web dedicato a Tita Marzuttini

Eventi: 25 novembre 2006

I 120 anni dell'Orchestra a Pletto Tita Marzuttini: un'occasione mancata!

Sabato 25 novembre 2006, si è svolto il concerto evento per celebrare i 120 anni dell'Orchestra a Plettro Tita Marzuttini di Udine. Sono state eseguite musiche di Giovanni Battista Marzuttini e di Angelo Prenna (quest'ultimo ha avuto maggior spazio e risalto).


Noi della redazione di www.gbmarzuttini.org avevamo doverosamente segnalato l'avvenimento sulla pagina principale del nostro sito web già a partire dal 7 novembre 2006.
Ci eravamo dunque attrezzati con macchina fotografica e registratore digitale sia per immortalare questa importante tappa nella storia dell'Orchestra Marzuttini sia per lasciare una documentazione "audio e video" su queste pagine web. Ma i fatti sono andati al di là di ogni nostra previsione.


L'inizio del concerto era previsto per le ore 21:00 e noi ci siamo presentati alle 20:30. Ci trovavamo all'ingresso del Salone del Parlamento del Castello di Udine. Gli addetti alla sicurezza ci hanno gentilmente invitato ad allontanarci dall'ingresso in quanto il numero massimo dei 150 posti era già stato abbondantemente superato, e la nostra presenza avrebbe ostacolato l'uscita dal Salone in caso di emergenza.


Non eravamo soli: con il trascorrere dei minuti moltissime persone si sono accalcate alle nostre spalle. Tutti avrebbero voluto entrare, tutti avrebbero voluto ascoltare la musica e partecipare a questo evento commemorativo. Dentro al Salone c'erano tutti i direttori dell'Orchestra che si sono succeduti negli ultimi 20 anni: vederli riuniti tutti assieme sarebbe stata un'occasione unica!
Ma la legge sulla sicurezza va rispettata... e noi siamo tutti rimasti fuori!


Dopo alcuni minuti molte persone anziane se ne sono andate, stanche e con un profondo senso di delusione, incredule che al giorno d'oggi ci sia ancora qualcuno che organizza concerti in luoghi insufficienti a contenere un piccolo pubblico. C'erano anche ex-orchestrali, persone che da anni non suonano più, ma che avrebbero voluto entrare a salutare i vecchi colleghi: anche loro fuori!
Infine c'erano persone con tanto di invito in mano: ma anche per loro non c'era più posto. Anche alcuni bambini sono rimasti fuori in piedi allibiti da questa situazione surreale: che cosa avranno pensato?


Molti si domandavano il perchè degli inviti personali, della pubblicità lungo le strade di Udine e sui quotidiani locali, quando i posti disponibili non sarebbero stati sufficienti ad accogliere amici e parenti degli orchestrali ed ex-orchestrali. Per capirlo sarebbe bastato un semplice calcolo aritmetico...


Solo una persona è riuscita ad entrare alle 20:50 nonostante il fermo degli addetti alla sicurezza: era l'Assessore al Bilancio del Comune di Udine che spingendo con prepotenza ha rotto il blocco degli addetti alla sicurezza (incurante che in fila, prima di lui, c'erano decine e decine di semplici cittadini più educati e pazienti).


Abbiamo contato le persone che sono rimaste fuori dal Salone: erano circa un centinaio, alcune molto arrabbiate, altre molto sconsolate e deluse.
All'interno intanto hanno inizato a suonare: ecco ora la festa per noi (all'esterno) era completamente rovinata!


Nell'intervallo, l'uscita di 3 persone dal Salone (tra cui un ex-orchestrale) ci ha consentito di assistere (in piedi) alla seconda parte del concerto (rammaricati al pensiero di aver lasciato fuori tantissime altre persone).


Non vogliamo commentare questa patetica vicenda, certamente qualcosa nella macchina organizzatrice non ha funzionato. Forse il Presidente dell'Orchestra a Plettro ed il suo Consiglio Direttivo dovrebbero riunirsi e chiarirsi un po' le idee: sono ancora convinti che l'apparenza (un salone affrescato) sia meglio della sostanza (valorizzare e far ascoltare la musica)?


Noi ci auguriamo un rapido avvicendamento nelle cariche dirigenziali dell'Orchestra Marzuttini e vorremmo che almeno qualcuno si scusasse pubblicamente per la brutta figuraccia.



© 2002-2006 - I diritti per i testi e le immagini pubblicate su questo sito sono riservati:
vietata la riproduzione o l'utilizzazione senza il permesso scritto di www.gbmarzuttini.org